SERVIZI


Sostegno al reddito

[D/16] Intervento per accesso al Fondo di Integrazione Salariale – assegno di solidarietà

 

Ai lavoratori, anche apprendisti, beneficiari dell’assegno di solidarietà di cui all’art. 31 d.lgs. n. 148/2015, erogato dal Fondo di Integrazione Salariale, in virtù di accordi collettivi aziendali che stabiliscano una temporanea riduzione dell’orario di lavoro settimanale, per oltre il 20%, al fine di evitare licenziamenti collettivi o individuali plurimi (ivi compresi i casi previsti dall’art 7 ter punto 5 della legge n° 33 del 09 Aprile 2009) da parte di aziende (settore turismo e terziario) che non occupano più di 50 dipendenti o che, comunque, non abbiano accesso alla CIGS e versino in situazione di crisi, sarà erogato un contributo pari a 1,00 € lordo per ogni ora di riduzione dell’orario di lavoro con un massimo di 300 ore di riduzione per anno civile (01/01 - 31/12).

Per usufruire del sussidio è necessario che l’Azienda in crisi adotti le previste procedure di legge e che venga redatto accordo aziendale, sottoscritto dall’Organizzazione Datoriale e la/le O.S./OO.SS. firmatarie dell’Accordo sugli Interventi di Tutela e di Sviluppo anno 2018. Tale accordo dovrà contenere, oltre a quanto previsto dalla normativa, anche le ore di riduzione settimanali suddivise per lavoratore nonché la dichiarazione che, compatibilmente con l’organizzazione del lavoro, saranno usufruiti i periodi di ferie e permessi residui degli anni precedenti.

L’accordo sarà sottoscritto, ovvero depositato per la validazione, presso EBiCom.

Il contributo sarà liquidato in un'unica soluzione al termine del periodo indennizzabile previsto e nei limiti di cui alle disposizioni dell'accordo territoriale del 12 maggio 2009 e successivi rinnovi.

Termini di presentazione della domanda:

La domanda compilata su apposito modulo ed integrata dalla relativa documentazione, dovrà essere presentata dal lavoratore interessato entro e non oltre 60 giorni dal termine del periodo indicato nel verbaleesclusivamente a mano presso l’ufficio dell’Ente oppure agli sportelli territoriali di Filcams-CGIL, Fisascat-CISL, Uiltucs o presso le Associazioni Territoriali di Confcommercio.
Le Associazioni di cui sopra dovranno far pervenire a EBiCom la domanda entro 30 giorni dal ricevimento della stessa.

Documentazione da allegare in fotocopia:

(da parte del dipendente):
a) copia del verbale sindacale di accesso al FIS (se in possesso);

(da parte dell’azienda):
b) copia del LUL (Libro Unico del Lavoro) nella parte in cui si documenta la riduzione dell’orario di lavoro.

L’erogazione verrà effettuata con i limiti di cui alle disposizioni finali

___________________________

DISPOSIZIONI FINALI

L’Ente a suo insindacabile giudizio, si riserva di poter sospendere, modificare o annullare l’erogazione di tutti o parte dei Sussidi suindicati, in relazione alle proprie disponibilità economiche e finanziarie, relativamente ai capitoli di spesa che saranno periodicamente monitorati e valutati.

 

Allegati

[D/10] Interventi di integrazione al reddito per lavoratori in contratto di solidarietà

 

Ai lavoratori di aziende che richiedono l’intervento della CIGS per la causale di cui alla lettera c) art. 21 del D. Lgs. n. 148/2015 (contratto di solidarietà) e che versino, quindi, in una situazione di crisi, a cui è temporaneamente ridotto, per oltre il 20%, l’orario di lavoro settimanale (ivi compresi i casi previsti dall’art 7 ter punto 5 della legge nº 33 del 09 Aprile 2009), sarà erogato un contributo che è pari a 1,00 _ lordi per ogni ora di riduzione dell’orario di lavoro con un massimo di 300 ore di riduzione per anno civile (01/01 - 31/12).

Per usufruire del sussidio è necessario che l’Azienda in crisi adotti le previste procedure di legge e che venga redatto il Contratto di Solidarietà tra l’Azienda, l’Organizzazione Datoriale e la/le O.S./OO.SS. firmatarie del presente accordo. Tale Contratto dovrà contenere, oltre a quanto previsto dalla normativa, anche le ore di riduzione settimanali suddivise per lavoratore nonché la dichiarazione che, compatibilmente con l’organizzazione del lavoro, saranno usufruiti i periodi di ferie e permessi residui degli anni precedenti. Il Contratto sarà sottoscritto, ovvero depositato per la validazione, presso EBiCom.

Il contributo sarà liquidato in un'unica soluzione al termine del periodo indennizzabile previsto e nei limiti di cui alle disposizioni dell'accordo territoriale del 12 maggio 2009 e successivi rinnovi.

Termini di presentazione della domanda:

La domanda compilata su apposito modulo, dovrà essere presentata da parte del richiedente entro e non oltre 60 giorni dal termine del periodo indennizzabile previsto nel verbale di accordo.
La suddetta documentazione dovrà essere consegnata esclusivamente a mano presso l’ufficio dell’Ente oppure presso le Associazioni Territoriali di Confcommercio o agli sportelli territoriali di Filcams-CGIL, Fisascat-CISL, Uiltucs.
Le associazioni di cui sopra dovranno far pervenire a EBiCom la domanda entro 60 giorni dal ricevimento della stessa.

Documentazione da allegare in fotocopia:

a) verbale di accordo sindacale che dovrà contenere le date di inizio e di fine “Contratto di Solidarietà”, le effettive ore di riduzione oraria suddivise per singolo lavoratore, nonché quanto previsto dall’accordo territoriale del 12.05.2009 e successivi rinnovi;
b) copia del LUL dei mesi di riduzione per i quali si chiede il contributo.

L’erogazione verrà effettuata con i limiti di cui alle disposizioni finali

___________________________

DISPOSIZIONI FINALI

L’Ente a suo insindacabile giudizio, si riserva di poter sospendere, modificare o annullare l’erogazione di tutti o parte dei Sussidi suindicati, in relazione alle proprie disponibilità economiche e finanziarie, relativamente ai capitoli di spesa che saranno periodicamente monitorati e valutati.

 

Allegati

[D/7] Intervento per accesso al Fondo di Integrazione Salariale

 

Ai lavoratori, anche apprendisti, beneficiari dell’assegno ordinario di cui all’art. 29 comma 3, D.Lgs. n. 148/2015 erogato dal Fondo di Integrazione Salariale, sarà corrisposto un contributo pari ad 1,00 € lordo per ogni ora di sospensione dal lavoro.
L’intervento opera esclusivamente per i dipendenti sospesi a zero ore per tutto il mese di riferimento e sarà riconosciuto per un massimo di 3 mesi per dipendente per anno civile (01/01 – 31/12).

Per usufruire del sussidio è necessario che l’Azienda in crisi adotti le previste procedure di legge e che venga redatto accordo aziendale, sottoscritto dall’Organizzazione Datoriale e la/le O.S./OO.SS. firmatarie dell’Accordo sugli Interventi di Tutela e di Sviluppo anno 2018. Tale accordo dovrà contenere, oltre a quanto previsto dalla normativa, anche le ore di riduzione settimanali suddivise per lavoratore nonché la dichiarazione che, compatibilmente con l’organizzazione del lavoro, saranno usufruiti i periodi di ferie e permessi residui degli anni precedenti.

Il contributo sarà liquidato in un'unica soluzione al termine del periodo indennizzabile previsto e nei limiti di cui alle disposizioni dell'accordo territoriale del 12 maggio 2009 e successivi rinnovi.

Termini di presentazione della domanda:

La domanda compilata su apposito modulo ed integrata dalla relativa documentazione, dovrà essere presentata dal lavoratore interessato entro e non oltre 60 giorni dal termine del periodo indicato nel verbaleesclusivamente a mano presso l’ufficio dell’Ente oppure presso le Associazioni Territoriali di Confcommercio o agli sportelli territoriali di Filcams-CGIL, Fisascat-CISL e Uiltucs .
Le associazioni di cui sopra dovranno far pervenire a EBiCom la domanda entro 30 giorni dal ricevimento della stessa.

Documentazione da allegare in fotocopia:

(da parte del dipendente):
- copia del verbale sindacale di accesso al FIS (se in possesso);

(da parte dell’azienda):
- copia del LUL (Libro Unico del Lavoro) nella parte in cui si documenta la sospensione a zero ore.

L’erogazione verrà effettuata con i limiti di cui alle disposizioni finali

___________________________

DISPOSIZIONI FINALI

L’Ente a suo insindacabile giudizio, si riserva di poter sospendere, modificare o annullare l’erogazione di tutti o parte dei Sussidi suindicati, in relazione alle proprie disponibilità economiche e finanziarie, relativamente ai capitoli di spesa che saranno periodicamente monitorati e valutati.

 

Allegati

[D/6 - PENSIONE] Intervento di sostegno al reddito per lavoratori licenziati per giustificato motivo oggettivo che maturino i requisiti per l’accesso al trattamento pensionistico

 

Ai lavoratori licenziati per giustificato motivo oggettivo, che maturino durante il periodo di Naspi i requisiti per l’accesso al trattamento pensionistico di vecchiaia o anticipato, sarà riconosciuto un contributo di integrazione alla Naspi pari al 30%, calcolato sull’importo del primo assegno intero di Naspi percepito dal lavoratore, per un massimo di 24 mesi ed, in ogni caso, fino al raggiungimento dei requisiti pensionistici. Il contributo sarà corrisposto esclusivamente in virtù di accordo sindacale in cui le parti saranno assistite dai Soggetti firmatari l’accordo sugli interventi di tutela e di sviluppo anno 2020, i quali dovranno verificare l’effettiva possibilità di raggiungere il trattamento pensionistico nei termini previsti dalla legge ed i requisiti di aziende e lavoratori per accedere a tale contributo. In caso di licenziamento individuale e, pertanto, in mancanza di accordo sindacale, le Parti firmatarie l'accordo EBiCom dovranno comunque, all'interno dell'apposita commissione bilaterale, verificare preventivamente l'effettiva possibilità di raggiungere i requisiti pensionistici.

Qualora il lavoratore accetti di firmare un Patto di Servizio che prevede la disponibilità ad operare presso una delle associazioni di volontariato aderenti al CSV (Centro Servizi per il Volontariato) per un minimo di 40 ore mensili, il contributo sarà incrementato di un ulteriore 10% per ogni mese di volontariato svolto.

Termini di presentazione della domanda:

La domanda, compilata su apposito modulo ed integrata dalla relativa documentazione, dovrà essere presentata entro e non oltre 60 giorni dalla data del verbale di accordo/dichiarazione di concordato o fallimento dell’aziendaesclusivamente a mano presso l’ufficio dell’Ente oppure presso le Associazioni territoriali di Confcommercio o agli sportelli territoriali di Filcams-CGIL, Fisascat-CISL e Uiltucs.
Le associazioni di cui sopra dovranno far pervenire ad EBiCom la domanda entro 30 giorni dal ricevimento della stessa.

Documentazione da allegare in fotocopia:

a) copia del verbale di conciliazione sottoscritto ai sensi degli artt. 410 e 411 c.p.c. redatto (entro il mese successivo ai termini per fare opposizione al licenziamento, ossia entro 90 giorni dalla sua comunicazione) presso le commissioni per la conciliazione delle controversie della ITL o di EBiCom;
oppure
copia del verbale sottoscritto in sede sindacale e ratificato (entro il mese successivo) presso la Commissione di Conciliazione di EBiCom;
oppure
copia del verbale sottoscritto presso la Commissione di Conciliazione, istituita secondo i vigenti CCNL dei settori del Terziario e del Turismo, operante presso EBiCom, di presa d’atto dell’avvenuto licenziamento e rinuncia/mancata opposizione allo stesso (redatto entro il mese successivo ai termini per l’opposizione al licenziamento, ossia entro 90 giorni dalla sua comunicazione), nonché della dichiarazione aziendale di mancata opposizione al licenziamento da parte del lavoratore, da produrre ad EBiCom dopo il sessantesimo giorno dalla comunicazione di licenziamento;
oppure
copia della dichiarazione del Tribunale, o atto analogo, di concordato o di fallimento dell’azienda.
b) copia dell’accordo sindacale/verbale commissione paritetica di verifica circa l’effettiva possibilità di raggiungere i requisiti pensionistici (alla commissione và presentata apposita documentazione del patronato che consiste nell’estratto conto certificativo con evidenziata la data di accesso alla pensione). 
c) comunicazione INPS di accettazione Naspi.
d) estratto del cassetto previdenziale INPS relativo al primo periodo di Naspi indennizzato.
e) estratto conto certificativo attestante la data di entrata in vigore della pensione (da farsi rilasciare dal patronato).

In caso di sottoscrizione del Patto di Servizio EBiCom:

f) copia del cassetto previdenziale INPS relativo ai mesi di volontariato svolti

g) copia del Patto di Servizio EBiCom

Documentazione da fornire ad EBiCom da parte del CSV:

h) copia della convenzione stipulata tra CSV e l'associazione di volontariato che ospiterà il lavoratore

i) copia del registro presenze attestante lo svolgimento di minimo 40 ore di volontariato al mese

L’erogazione verrà effettuata con i limiti di cui alle disposizioni finali

___________________________

DISPOSIZIONI FINALI

L’Ente a suo insindacabile giudizio, si riserva di poter sospendere, modificare o annullare l’erogazione di tutti o parte dei Sussidi suindicati, in relazione alle proprie disponibilità economiche e finanziarie, relativamente ai capitoli di spesa che saranno periodicamente monitorati e valutati.

 

Allegati

[D/6] Intervento di integrazione alla Naspi per lavoratori licenziati per giustificato motivo oggettivo che sottoscrivono un “Patto di Servizio EBiCom o di formazione al ricollocamento

 

Ai lavoratori, anche apprendisti, percettori di Naspi, licenziati per riduzione di personale, per cessazione dell’attività dell’azienda, ovvero per altri motivi oggettivi che risultino:

  • da verbale di conciliazione sottoscritto ai sensi degli artt. 410 e 411 c.p.c. redatto (entro il mese successivo ai termini per fare opposizione al licenziamento, ossia entro 90 giorni dalla sua comunicazione) presso le commissioni per la conciliazione delle controversie della DTL o di EBiCom;

  • da verbale sottoscritto in sede sindacale e ratificato (entro il mese successivo) presso la Commissione di Conciliazione di EbiCom;

oppure

da verbale sottoscritto presso la Commissione di Conciliazione, istituita secondo i vigenti CCNL dei settori del Terziario e del Turismo, operante presso EBiCom, di presa d’atto dell’avvenuto licenziamento e rinuncia/mancata opposizione allo stesso (redatto entro il mese successivo ai termini per l’opposizione al licenziamento, ossia entro 90 giorni dalla sua comunicazione), nonché della dichiarazione aziendale di mancata opposizione al licenziamento da parte del lavoratore, da produrre ad EBiCom dopo il sessantesimo giorno dalla comunicazione di licenziamento;

oppure

  • da dichiarazione del Tribunale, o atto analogo, di fallimento dell’azienda.

e che sottoscrivono un “Patto di Servizio EBiCom”, che prevede:

1. la possibilità di frequenza gratuita a corsi di formazione professionale per il ricollocamento presso i centri di formazione abilitati/convenzionati con EBiCom

2. 10 ore di riorientamento al lavoro presso un centro convenzionato con EBiCom.

3. un contributo di integrazione al reddito a seguito della disponibilità di operare per almeno n. 40 ore mensili presso una delle associazioni di volontariato del CSV (Centro Servizi per il Volontariato) con cui EBiCom ha firmato apposita convenzione.

Il contributo sarà pari al 20% della prima mensilità di Naspi per la prima metà del periodo di indennità INPS, mentre sarà incrementato del 10% (dando così un totale del 30%), decorso il 50% del periodo massimo di percezione dell’indennità INPS di cui il lavoratore ha diritto.

In caso di sospensione dell’Indennità INPS per assunzione con contratto a termine inferiore ai 6 mesi il contributo sarà successivamente riconosciuto per le mensilità residue, come da modalità sopra descritte. 

Il contributo sarà erogato, in relazione al periodo di percezione dell’indennità stessa, per i mesi nei quali vengano effettuate almeno 40 ore di servizio di volontariato, con cadenza trimestrale.

Termini di presentazione della domanda:

La domanda, compilata su apposito modulo ed integrata dalla relativa documentazione, dovrà essere presentata entro e non oltre 60 giorni dalla data del verbale di accordo/dichiarazione di concordato o fallimento dell’azienda,esclusivamente a mano presso l’ufficio dell’Ente oppure presso le Associazioni territoriali di Confcommercio o agli sportelli territoriali di Filcams-CGIL, Fisascat-CISL e Uiltucs.
Le associazioni di cui sopra dovranno far pervenire ad EBiCom la domanda entro 30 giorni dal ricevimento della stessa.

Documentazione da allegare in fotocopia:

a) copia del verbale di conciliazione sottoscritto ai sensi degli artt. 410 e 411 c.p.c. redatto (entro il mese successivo ai termini per fare opposizione al licenziamento, ossia entro 90 giorni dalla sua comunicazione) presso le commissioni per la conciliazione delle controversie della DTL o di EBiCom;
oppure
copia del verbale sottoscritto in sede sindacale e ratificato (entro il mese successivo) presso la Commissione di Conciliazione di EbiCom;
oppure
copia del verbale sottoscritto presso la Commissione di Conciliazione, istituita secondo i vigenti CCNL dei settori del Terziario e del Turismo, operante presso EBiCom, di presa d’atto dell’avvenuto licenziamento e rinuncia/mancata opposizione allo stesso (redatto entro il mese successivo ai termini per l’opposizione al licenziamento, ossia entro 90 giorni dalla sua comunicazione), nonché della dichiarazione aziendale di mancata opposizione al licenziamento da parte del lavoratore, da produrre ad EBiCom dopo il sessantesimo giorno dalla comunicazione di licenziamento;
oppure
copia della dichiarazione del Tribunale, o atto analogo, di fallimento dell’azienda;
b) patto di servizio EBiCom;
c) comunicazione INPS di accettazione Naspi;
d) estratto del cassetto previdenziale INPS relativo al primo periodo di NASpI indennizzato.

Documentazione da fornire ad EBiCom da parte del CSV:

e) copia del registro presenze attestante lo svolgimento di minimo 40 ore di volontariato al mese;
f) copia della convenzione stipulata tra il CSV e l’associazione di volontariato che ospiterà il lavoratore.

L’erogazione verrà effettuata con i limiti di cui alle disposizioni finali

___________________________

DISPOSIZIONI FINALI

L’Ente a suo insindacabile giudizio, si riserva di poter sospendere, modificare o annullare l’erogazione di tutti o parte dei Sussidi suindicati, in relazione alle proprie disponibilità economiche e finanziarie, relativamente ai capitoli di spesa che saranno periodicamente monitorati e valutati.

 

Allegati